52395
post-template-default,single,single-post,postid-52395,single-format-standard,eltd-core-1.1.3,borderland-child-child-theme-ver-1.1,borderland-theme-ver-2.2,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,paspartu_enabled, vertical_menu_with_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-6.9.0,vc_responsive

Strachítunt. Sinergie e strategie per il futuro etico del territorio

Strachítunt.
Sinergie e strategie per il futuro etico del territorio
19 • 20 novembre 2022
Val Taleggio (BG)
Strachitunt DOP

La manifestazione è rivolta a imprenditori, docenti, ricercatori, studenti, rappresentanti di consorzi, amministrazioni, associazioni, cittadini e persone coinvolte in modo diretto e indiretto nell’ambito della sostenibilità economica e sociale in montagna e in contesti lontani dai grandi centri produttivi, a livello globale e locale.

L’invito a partecipare è rivolto a chiunque sia interessato ad approfondire alcuni temi sensibili e a condividere contenuti per l’individuazione di strategie future o attuali e azioni inerenti alla tematica.

TEMI

Il cibo locale e naturale, le piccole produzioni, l’artigianalità, il turismo di prossimità connesso all’enogastronomia, alla natura e al territorio, l’attenzione verso tutto quello che è autentico e connesso con le proprie o altre radici riscontrano molto successo nell’Italia e nel mondo che ha conosciuto la pandemia. La crisi del mercato globale e le difficoltà economiche stanno portando a riflettere sulle potenzialità di sistemi economici differenti: quali ad esempio i sistemi più piccoli che si autoalimentano, fanno rete, sono poli di attrazione e per questo riescono ad essere più resilienti e sostenibili. Spesso questi sistemi si basano su delle reti tra imprese, cittadini, amministrazioni, capaci di sostenere o creare microeconomie che ruotano attorno a prodotti locali o innovazioni che sovente si muovono nel campo della tradizione. Questo secondo evento organizzato dal Consorzio per la tutela dello Strachítunt si propone di indagare con uno sguardo olistico le piccole economie e i micro-ecosistemi economici esistenti o realizzabili in territori lontani dai grandi centri produttivi e dalle logiche di mass market, analizzandoli come strumenti o motori per uno sviluppo sostenibile di ampio respiro, capace di incrociare più livelli di interesse, attività e attori del territorio e dei territori limitrofi. Si approfondiranno le opportunità e le difficoltà che questi circuiti e sistemi economici possono riscontrare, cercando di comprendere se e come gli stessi possono considerarsi in grado di alimentare un sistema sostenibile ed efficace di domanda e offerta complesso. Si cercheranno di individuare strumenti e strategie che possano essere di supporto a tali sistemi.

OBIETTIVI

Cerchiamo risposte in merito ad alcune domande:
1. RETI E ECOSISTEMI: Come rispondono le micro-produzioni artigianali alle sfide/problematicità del contemporaneo? Individuano nei sistemi e nelle reti delle opportunità? Le hanno già esperite e a quali risultati hanno portato?
2. CONTESTO SOCIALE: Il contesto sociale è importante per le piccole realtà imprenditoriali che non si collocano nel circuito commerciale di massa. Quando e come il contesto sociale può diventare significativo per le imprese e per la creazione di reti virtuose? Come devono interfacciarsi le realtà imprenditoriali con il contesto e le persone che vivono sui territori?
3. LOCALE E GLOBALE: Cosa possono fare i micro-ecosistemi per strutturarsi in maniera più funzionale per il futuro? Quali sono le strategie di marketing più adatte: andare a cercare sviluppo al di fuori o portare dentro le persone che sono interessate a queste realtà, o entrambe le cose? Come reagisce il locale al globale? E il globale al locale?

Al contempo la finalità dell’evento è quella di creare i presupposti per delle collaborazioni future, nel tentativo di sviluppare l’indagine e di improntare progettualità condivise. Auspichiamo, inoltre, che questa iniziativa sia da stimolo per giovani studiosi e appassionati ad approcciarsi alla realtà del Consorzio per la tutela dello Strachítunt e al territorio a cui lo stesso afferisce.

Il programma e le modalità di prenotazione saranno presto disponibili