52271
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-52271,eltd-core-1.1.3,borderland-child-child-theme-ver-1.1,borderland-theme-ver-2.2,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,paspartu_enabled, vertical_menu_with_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.1,vc_responsive

Torta salata allo Strachítunt: la ricetta di Al Palazz dol Miro

Per la Val Taleggio il ristorante pizzeria Al Palazz dol Miro è un’autentica istituzione.
La storia di questo locale è iniziata nel 1975, quando la signora Pina Arrigoni ha deciso di trasformare la piccola bottega di cui era proprietaria in un vero e proprio ristorante che, tra le varie proposte, ha anche il più classico e rinomato dei prodotti mediterranei: la pizza, cotta rigorosamente nel forno a legna.
Il nome scelto, molto curioso, ha l’intento di riunire la storia dell’edificio che ospita il locale e il ricordo del marito della ristoratrice, scomparso da poco.
Oggi la padrona di casa è Tullia Arrigoni, figlia della signora Pina, alle redini del locale da 25 anni. Il ristorante è molto frequentato, non solo per la pizza, ovviamente, ma anche per la proposta di prodotti a chilometro zero presente nella carta. “Lo Strachítunt è senza ombra di dubbio uno dei nostri ingredienti principi – spiega Tullia. Noi lo riteniamo fondamentale perché è il simbolo della nostra terra, è uno dei motori trainanti del nostro territorio”.
E nel ristorante di Peghera lo Strachítunt è praticamente ovunque: nei risotti, nei taglieri, sulla pizza. Perfino come “ciliegina sulla torta” di un simil gateau di patate. “Perchéfunziona sempre – conferma la ristoratrice -, le ricette che lo contengono hanno una marcia in più. E quando abbiamo un cliente che viene da fuori provincia che ci chiede qualcosa di tipico, noi lo indirizziamo lì, sullo Strachítunt: sappiamo di non sbagliare”.
Tra le proposte di Al Palazz dol Miro c’è anche un’interessantissima torta salata con grana, ricotta e spinaci, resa unica da quei fiocchi di Strachítunt posizionati sopra alla preparazione prima di infilarla in forno. La firma, ovviamente, è di Tullia Arrigoni.

PROCEDIMENTO

Sbollentare gli spinaci (in alternativa si possono anche far appassire in padella con una piccola noce di burro). In una bacinella mischiare ricotta e grana, poi aggiungere gli spinaci cotti. Regolare il sapore con sale, pepe e maggiorana.

Stendere il rotolo di sfoglia in una tortiera. All’interno versare la farcia preparata in precedenza e livellare. Sopra, aggiungere dei fiocchi di Strachítunt. Infornare la torta salata in forno statico a 200° per una ventina di minuti.
Servire tiepida.

INGREDIENTI

TORTA SALATA ALLO STRACHÍTUNT
Per 6 persone:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 500 g di ricotta vaccina
  • 150 g di grana
  • 100 g di spinaci freschi
  • 100 g di Strachítunt
  • 2 rametti di maggiorana
  • Q.B. sale e pepe

Fotografia a cura del ristorante pizzeria Al Palazz dol Miro
Testo e intervista realizzati da Luca Bassi

Date

4 Dicembre 2020

Category

Piatto unico